Tecniche innovative per l'agricoltura sostenibile: prorogate le iscrizioni al 23/07/2019

PROROGA ISCRIZIONI – Tecniche innovative per l’agricoltura sostenibile: prorogate le iscrizioni al 23/07/2019

Araform comunica che è stata autorizzata la proroga delle iscrizioni al 23/07/2019.

PER ISCRIVERTI CLICCA QUI

Perchè iscriversi al corso Tecniche innovative per l’agricoltura sostenibile?

“Aumentare la sostenibilità del modello agricolo attraverso l’innovazione è una delle sfide più importanti del prossimo futuro, per consentire all’Italia di incrementare le produzioni agricole di qualità e allo stesso tempo tutelare l’ambiente. L’impiego delle nuove tecnologie contribuisce ad ottenere una serie di benefici economici risultanti dall’ottimizzazione degli input, nonché dalla riduzione della pressione esercitata dai sistemi agricoli sull’ambiente. La precisione introdotta dalle tecnologie, difatti consente di effettuare una distribuzione mirata dei principali fattori della produzione (acqua, fertilizzanti, fitofarmaci) solo dove serve e nella quantità corrispondente al reale fabbisogno della coltivazione in atto. Inoltre, l’impiego dei sensori consente anche un monitoraggio in tempo reale dello stato di salute delle colture, controllando per esempio l’insorgenza di fitopatogeni o condizioni ambientali sfavorevoli o razionalizzando pratiche agronomiche che, se non ben calibrate, potrebbero indurre patogenesi nelle piante stesse. Ciò comporta anche il risparmio di sostanze chimiche di sintesi necessarie per la difesa ed il controllo.” Da https://agriregionieuropa.univpm.it

Avviso Quartu L3 Tecniche innovative agricoltura sostenibile

Modulo di iscrizione L3

(Solo per gli occupati)

  • Se sei un lavoratore autonomo, oppure se sei un lavoratore dipendente e seguirai il corso in orario lavorativo, scarica e compila il modulo de minimis.
  • Se sei un lavoratore dipendente e seguirai il corso in orario extra-lavorativo, scarica e compila questo modulo.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *